Stampa

“Riabilitazione del Pavimento Pelvico: cos’e' e perche' e' importante allenarlo”

01

Cos’e' il pavimento pelvico?

Il pavimento pelvico, la cui importante funzione è quella di mantenere gli organi pelvici (l’utero, vescica, retto-ano) nella posizione corretta, è quell’insieme di muscoli e legamenti che determinano il benessere nella donna.
Al fine di tutelare la “salute” del pavimento pelvico è fondamentale concedergli l’importanza che merita. Ogni donna dovrà quindi essere in grado di riconoscerlo e attivarlo. Come? È possibile “allenare e rafforzare” il pavimento pelvico attivandolo durante le azioni quotidiane, come starnuti e colpi di tosse, il sollevamento di un peso o l’esecuzione di alcuni esercizi.
Risulterà così determinante la consapevolezza che il pavimento pelvico sia in grado di adattarsi ai movimenti e ai cambi di postura, poiché eventi come la gravidanza, il parto, la menopausa, gli interventi chirurgici o fare lavori pesanti possono indebolire la muscolatura perineale, andando ad aggravare disturbi e disagi importanti quali la perdita di urina (incontinenza da sforzo e d’urgenza), di aria o feci, dolore durante i rapporti sessuali o scarso piacere.

Stampa

Inchiesta sulle Patologie Professionali dei Musicisti

01

L’intenso studio della tecnica strumentale e l’esecuzione musicale impongono atteggiamenti posturali protratti, a volte scorretti, che possono generare, nel tempo, ripercussioni e sintomatologie dolorose a carico delle giunzioni tendino-legamentose, delle articolazioni periferiche e della colonna vertebrale, variabili a seconda dello strumento. Se non curate possono anche risultare invalidanti.

La letteratura scientifica ha dimostrato ampiamente che esistono numerose patologie muscolo-scheletriche e neurologiche che affliggono i musicisti professionisti (e non) tali da limitare la loro performance e, in alcuni casi, costringere all’interruzione dell’attività professionale (o amatoriale). E’ stato dimostrato, inoltre, che le alterazioni posturali dipendono da alcuni aspetti contingenti quali: caratteristiche fisiche dello strumento musicale; esigenze tecniche strumentistiche; sedie non ergonomiche; quantità o qualità di ore di studio o di lavoro; condizioni emotive.

Questo sito utilizza i cookie per le sue funzionalità tecniche e di profilazione. Chiudendo questo banner e proseguendo con la navigazione acconsenti al loro impiego; in alternativa è possibile personalizzare la loro configurazione.
Per avere ulteriori informazioni, consulta la nostra cookie policy.